English Frances Italian Русский/Russian

Direct Recording Guide

Guida alla registrazione diretta

Introduzione

Le schede audio basate sui chip 10k1 e 10k2 supportano l'ingresso e l'uscita digitale SPDIF. E' comunemente noto che i chip 10k1 e 10k2 operano ad una frequenza di campionamento fissa di 48000 Hz. Di conseguenza, allo scopo di sincronizzare il clock interno con i segnali SPDIF in ingreso [SPDIF In], il flusso di ingresso viene sempre ricampionato sulla frequenza 48000 (quale che sia la freuenza originale). Inoltre, anche quando la frequenza di ingresso è già di 48000, questa viene comunque ricampionata così da prevenire qualsiasi problema di sincronizzazione. Ciò rende teoricamente impossibile la registrazione bit su bit da un ingresso SPDIF (fare cioè una copia 'esatta' del segnale digitale). Il problema non pu essere risolto sulle schede basate sul chip 10k1; il chip 10k2 (usato sulle schede delle serie Audigy e Audigy2), invece, presenta una speciale funzionalità di Registrazione SPDIF diretta [Direct SPDIF recording].

Descrizione dettagliata

La 'Registrazione SPDIF diretta' viene attivata tramite il kX Mixer (dalla schermata principale). A causa della natura propria di questo metodo di registrazione, il segnale bypassa completamente il DSP: ecco perchè non viene in alcun modo alterato quali che siano gli effetti caricati e le regolazioni ed i livelli di registrazione impostati sul kX Mixer. Una volta abilitata la 'Registrazione SPDIF diretta', tutte le altre sorgenti di registrazione non sono più disponibili.
E' possibile scegliere da quale ingresso SPDIF registrare: 'Coassiale/Ottico' [Coaxial/Optical], CD SPDIF, ecc. Allo stato attuale di implementazione c'è anche la possibilità di registrare dalle sorgenti I2S (Line2/Mic2, AUX2) in modalità 'diretta'. Questa funzionalità è in fase di test ed il suo funzionamento non ancora chiaramente definito.
Si osservi che gli ingressi SPDIF possono trasmettere il segnale a varie frequenze di campionamento (44100, 48000, 96000, ecc.) per cui spetta all'utente di scegliere la frequenza corretta da usare nelle applicazioni audio. Il driver kX non cercherà di riconoscere automaticamente la frequenza di campionamento. In ogni caso, la frequenza di campionamento è limitata dalle caratteristiche effettive dell'hardware. Dovrebbe essere possibile registrare alla frequenza di 96000 su praticamente tutte le schede basate sul chip 10k2 (quali le Audigy e Audigy2). Si noti inoltre che all'ingresso SPDIF potrebbero anche occorrere fino a 10 secondi, qualora la frequenza di campionamento sia maggiore di 48000, per sincronizzarsi con il segnale in entrata . Se il segnale risulta distorto o l'audio assente, provate a scollegare e ricollegare il cavo SPDIF.

Conclusioni

La registrazione SPDIF diretta migliora drasticamente la qualità di registrazione da sorgenti digitali quando l'obiettivo principale è quello di fare una copia 'esatta' di un segnale digitale. I miglioramenti comprendono migliore ferquenza di risposta e intermodulazione. Allo stato attuale di implementazione, la registrazione SPDIF diretta ASIO non è supportata.

-- testo originale: kX Project
-- traduzione italiana ed adattamento a cura di: alino
Copyright © kX Project, 2001-2015. All rights reserved . Terms of Use and Legal Disclaimer Credits
Top

[adv] Для вас со скидками промокод asos на выгодных условиях.
Яндекс.Метрика
Рейтинг@Mail.ru